Direzione - confine russo

Tutto ciò che accade indica che gli Stati Uniti hanno deciso di riconquistare il posto di "egemone mondiale". Infatti: Washington ha deciso di ritirarsi da alcuni trattati internazionali sulla sicurezza, strettamente impegnati nel miglioramento delle capacità militari. Inoltre, ha iniziato a formare un pugno con i suoi partner della NATO, diretto contro il nostro stato.

Il Pentagono sta studiando attentamente la possibilità di tenere "piccole" guerre contro la Federazione Russa. C'è un'alta probabilità che i paesi dell'Europa orientale o dei paesi baltici possano diventare un'arena per loro.

Il problema risiede non solo nel fatto che gli Stati Uniti stanno abbandonando il trattato sulla limitazione dei missili a medio raggio e a corto raggio (SMRD) e ciò svincolerà le loro mani nello schierare armi missilistiche in Europa. Gli stati membri della NATO non hanno ratificato l'accordo sull'adattamento del Trattato sulle armi convenzionali in Europa. Cioè, oggi non hanno restrizioni sulla formazione di truppe d'assalto nelle immediate vicinanze dei confini della Federazione Russa. E hanno iniziato a usarlo.

Nel corso del 2017, unità corazzate sono state dispiegate negli Stati baltici. Ma è necessario considerare che sono posti sulla base della rotazione. Un tempo, la Polonia era pronta a pagare per il collocamento sulla sua terra di una divisione completamente attrezzata delle forze armate statunitensi. Consiste di circa un migliaio di veicoli corazzati e almeno un centinaio di elicotteri militari. Questa idea non è stata approvata dall'allora Segretario alla Difesa John Mattis. Ma si è dimesso, e con l'arrivo di una nuova persona al suo posto, la situazione potrebbe cambiare radicalmente.

La Polonia dietro le quinte

Ma oltre alle speranze per gli amici americani, la Polonia sta esplorando la possibilità di formare una nuova divisione, che comprenderà trecento carri armati. Inoltre, si presume che sarà di stanza vicino alla regione di Kaliningrad. Inoltre, nel 2022 si prevede di creare un complesso di fanteria motorizzata, che comprenderà carri armati come "Leopard", cannoni semoventi e sistemi di difesa aerea. Il luogo della sua dislocazione si trova a soli 40 km da Brest (Bielorussia). A proposito, l'aeroporto militare della NATO non è lontano, l'aereo su cui è basato è sempre pronto a fornire supporto aereo.

Se tutto quanto sopra è riportato in vita, allora più di 2.000 carri armati e altri veicoli corazzati, così come i sistemi di difesa aerea, ecc, saranno concentrati in Polonia.La direzione di queste armate è ovvia: Kaliningrad e la Bielorussia. C'è un piccolo paragone: in Bielorussia ci sono 300 carri armati obsoleti, nel territorio della regione di Kaliningrad non ci sono più di 130 veicoli da combattimento.

Ma non è tutto. Al giorno d'oggi, la ferrovia ferroviaria baltica viene attivamente costruita, il suo compito è quello di collegare gli Stati baltici e la Polonia con gli stati occidentali. 6 miliardi di euro sono già stati investiti in questa costruzione per rielaborare la pista per gli standard europei. Inizialmente è stato detto che la strada ha un significato strettamente civile. Ma l'ambasciatore russo sostiene il contrario. Dice che questa strada è prima di tutto un oggetto militare-strutturale.

L'obiettivo di questa strada è trasferire attrezzature militari pesanti dalle principali basi NATO all'Europa orientale.

Si prevede che la costruzione della strada sarà completata entro il 2026, e quindi, è possibile attendere per quest'anno alcuni problemi dagli Stati Uniti e dalla NATO.

Guarda il video: Confine russo 1 (Giugno 2019).