Raggi della morte: il laser diventerà una vera arma

La prima volta che il laser fu mostrato al pubblico nel 1960, e quasi immediatamente, i giornalisti lo chiamarono il "raggio della morte". Da allora, lo sviluppo delle armi laser non si ferma per un minuto: più di mezzo secolo sono stati impegnati negli scienziati dell'URSS e degli USA. Anche dopo la fine della Guerra Fredda, gli americani non hanno chiuso i loro progetti di laser da combattimento, nonostante le ingenti somme spese. E tutto andrebbe bene - se questi miliardi di investimenti producessero risultati tangibili. Tuttavia, fino ad oggi, le armi laser rimangono uno spettacolo esotico piuttosto che un efficace mezzo di distruzione.

Allo stesso tempo, alcuni esperti ritengono che "portare la tecnologia laser alla mente" causerà una vera rivoluzione negli affari militari. È improbabile che i fanti ricevano immediatamente spade laser o blaster - ma questo sarà un vero passo avanti, ad esempio nella difesa missilistica. Tuttavia, una tale nuova arma non apparirà presto.

Tuttavia, lo sviluppo continua. Più attivamente vanno negli Stati Uniti. Gli scienziati stanno combattendo per lo sviluppo dei "raggi della morte" e nel nostro paese, le armi laser della Russia sono state create sulla base degli sviluppi fatti nel periodo sovietico. I laser sono interessati a Cina, Israele e India. Germania, Gran Bretagna e Giappone partecipano a questa gara.

Ma prima di parlare dei vantaggi e degli svantaggi di un'arma laser, dovresti entrare nella sostanza della domanda e capire su quali principi principi funzionano i laser.

Qual è il "raggio della morte"?

Le armi laser sono un tipo di armi offensive e difensive che usano un raggio laser come elemento di impatto. Oggi, la parola "laser" è entrata in vigore con fermezza, ma pochi sanno che questa è in realtà un'abbreviazione, le lettere iniziali della frase "Amplificazione della luce per radiazione ad emissione stimolata" ("amplificazione della luce come risultato di radiazioni stimolate"). Gli scienziati chiamano un laser un generatore quantico ottico in grado di convertire vari tipi di energia (elettrica, luminosa, chimica, termica) in un fascio stretto di radiazione coerente monocromatica.

Albert Einstein, il più grande fisico del ventesimo secolo, fu tra i primi a studiare la teoria dei laser. La conferma sperimentale della possibilità di ottenere radiazioni laser fu ottenuta alla fine degli anni '20.

Un laser consiste in un mezzo attivo (o funzionante) che può essere un gas, un solido o un liquido, una potente fonte di energia e un risuonatore, di solito un sistema di specchi.

Ai nostri tempi, i laser hanno trovato applicazione in vari campi della scienza e della tecnologia. La vita di una persona moderna è letteralmente piena di laser, anche se non sempre lo indovina. Puntatori e lettori di codici a barre nei negozi, lettori di compact disc e misuratori di distanza precisi, olografia - tutto ciò che abbiamo è grazie a questa sorprendente invenzione chiamata "laser". Inoltre, i laser sono ampiamente utilizzati nell'industria (taglio, saldatura, incisione), medicina (chirurgia, cosmetologia), navigazione, metrologia e nella creazione di apparecchiature di misurazione ultra-precise.

Laser usato e negli affari militari. Tuttavia, la sua applicazione si basa principalmente su vari sistemi di localizzazione, guida di armi e navigazione, oltre che sulla comunicazione laser. Ci furono tentativi (nell'URSS e negli USA) di creare un'arma laser accecante che avrebbe disabilitato l'ottica e i sistemi di mira nemici. Ma i veri "raggi della morte" militari non hanno ancora ricevuto. Troppo tecnicamente difficile era il compito di creare un laser di tale potenza che potesse abbattere gli aerei nemici e bruciare i carri armati. Solo ora il progresso tecnologico ha raggiunto il livello in cui i sistemi di armi laser stanno diventando una realtà.

Vantaggi e svantaggi

Nonostante tutte le difficoltà associate allo sviluppo delle armi laser, il lavoro in questa direzione continua molto attivamente, in tutto il mondo vengono spesi miliardi di dollari su di loro ogni anno. Quali sono i vantaggi dei laser da combattimento rispetto ai sistemi di armi tradizionali?

Ecco i principali:

  • Alta velocità e precisione di distruzione. Il raggio si muove alla velocità della luce e raggiunge il bersaglio quasi istantaneamente. La sua distruzione avviene in pochi secondi, per trasferire il fuoco a un altro bersaglio richiede un minimo di tempo. La radiazione colpisce esattamente l'area a cui è stata diretta, senza influenzare gli oggetti circostanti.
  • Il raggio laser è in grado di intercettare bersagli di manovra, che lo distinguono dai missili anti-missile e anti-aereo. La sua velocità è tale che è quasi impossibile deviarlo.
  • Il laser può essere usato non solo per distruggere, ma anche per accecare l'obiettivo, così come per il suo rilevamento. Regolando la potenza, l'obiettivo può essere influenzato in una gamma molto ampia: dall'avvertimento al danno critico.
  • Il raggio laser non ha massa, quindi quando si spara, non è necessario eseguire correzioni balistiche, tenere conto della direzione e della forza del vento.
  • Non c'è ritorno.
  • Lo sparo della macchina laser non è accompagnato da tali fattori di smascheramento come fumo, fuoco o un suono forte.
  • Le munizioni laser sono determinate solo dalla potenza della fonte di alimentazione. Mentre il laser è collegato ad esso, le sue "cartucce" non finiranno mai. Costo per colpo relativamente basso.

Tuttavia, i laser hanno seri inconvenienti, che sono la ragione per cui finora non sono armati di nessun esercito:

  • Dispersione. A causa della rifrazione, il raggio laser si espande nell'atmosfera e perde la messa a fuoco. A una distanza di 250 km, il punto del raggio laser ha un diametro di 0,3-0,5 m, che, rispettivamente, riduce nettamente la sua temperatura, rendendo il laser innocuo per il bersaglio. Ancora peggio, il raggio è affetto da fumo, pioggia o nebbia. Per questo motivo, la creazione di laser a lungo raggio non è ancora possibile.
  • L'incapacità di condurre oltre l'orizzonte. Il raggio laser è una linea perfettamente dritta: possono essere sparati solo su un bersaglio visibile.
  • L'evaporazione del metallo target la oscura e rende il laser meno efficiente.
  • Elevato consumo di energia. Come accennato in precedenza, l'efficienza dei sistemi laser è piccola, quindi per creare armi che possono colpire l'obiettivo, hai bisogno di molta energia. Questo svantaggio può essere chiamato chiave. Solo negli ultimi anni ha l'opportunità di creare sistemi laser di dimensioni e potenza più o meno accettabili.
  • È facile da proteggere dal laser. Con un raggio laser è abbastanza semplice far fronte all'aiuto di una superficie a specchio. Qualsiasi specchio lo riflette, indipendentemente dal livello di potenza.

Laser da combattimento: storia e prospettive

I lavori per la creazione di laser da combattimento nell'URSS sono continuati sin dai primi anni '60. La maggior parte dei militari era interessata all'uso dei laser come mezzo di difesa antimissile e aerea. I progetti sovietici più famosi in quest'area furono i programmi "Terra" e "Omega". Prove di laser da combattimento sovietici sono state condotte nel sito di test di Sary-Shagan in Kazakistan. I progetti sono stati guidati dagli accademici Basov e Prokhorov, i vincitori del premio Nobel per il loro lavoro nel campo delle radiazioni laser.

Dopo il crollo dell'URSS, i lavori nel campo di prova di Sary-Shagan furono interrotti.

Un caso curioso si è verificato nel 1984. Il localizzatore laser - faceva parte della Terra - fu irradiato dallo shuttle americano Challenger, che portò a interruzioni nella comunicazione e malfunzionamento di altre apparecchiature della nave. I membri dell'equipaggio provarono un'improvvisa indisposizione. Gli americani si resero presto conto che la causa dei problemi a bordo della navetta era una specie di influenza elettromagnetica proveniente dal territorio dell'Unione Sovietica e protestava. Questo fatto può essere chiamato l'unico uso pratico del laser durante tutta la Guerra Fredda.

In generale, va notato che il localizzatore di installazione ha funzionato molto bene, il che non è il caso del laser da combattimento, che avrebbe dovuto abbattere le testate nemiche. Il problema era la mancanza di potere. Non potevano risolvere questo problema. Non è successo niente con un altro programma - Omega. Nel 1982, l'installazione è stata in grado di abbattere un obiettivo radiocontrollato, ma in generale, in termini di efficienza e costi, ha significativamente perso i missili antiaerei convenzionali.

Nell'URSS sono state sviluppate armi laser fatte a mano per astronauti, pistole laser e carabine giacenti nei magazzini fino alla metà degli anni '90. Ma in pratica questa arma non letale non è mai stata usata.

Con il nuovo potere, lo sviluppo delle armi laser sovietiche è iniziato dopo che gli americani hanno annunciato lo spiegamento del programma Strategic Defense Initiative (SDI). Il suo obiettivo era quello di creare un sistema di difesa missilistica stratificato che fosse in grado di distruggere le testate nucleari sovietiche nelle varie fasi del loro volo. Uno dei principali strumenti per la distruzione dei missili balistici e delle unità nucleari fu il posizionamento dei laser nell'orbita vicino alla Terra.

L'Unione Sovietica era semplicemente obbligata a rispondere a questa sfida. E il 15 maggio 1987, ebbe luogo il primo lancio del razzo super-pesante "Energia", che doveva mettere in orbita la stazione laser di combattimento Skif, progettata per distruggere i satelliti di guida americani inclusi nel sistema di difesa missilistico. Era destinato a abbatterli con un laser a gas dinamico. Tuttavia, immediatamente dopo la separazione da "Energia", "Skiff" perse il suo orientamento e cadde nell'Oceano Pacifico.

C'erano in URSS e altri programmi di sviluppo per sistemi laser da combattimento. Uno di questi è il complesso "Compressione" a propulsione autonoma, che è stato lavorato presso l'ONG "Astrofisica". Il suo compito non era bruciare attraverso l'armatura dei carri armati nemici, ma disabilitare i sistemi ottici-elettronici delle attrezzature nemiche. Nel 1983, sulla base dell'unità semovente Shilka, fu sviluppato un altro complesso laser, il Sanguin, che aveva lo scopo di distruggere i sistemi ottici degli elicotteri. Va notato che l'URSS era almeno altrettanto buona degli Stati Uniti nella razza "laser".

Tra i progetti americani, il più famoso è il laser YAL-1A, ospitato su un aereo Boeing-747-400F. L'implementazione di questo programma ha coinvolto la compagnia Boeing. L'obiettivo principale del sistema è quello di distruggere i missili balistici nemici nell'area della loro traiettoria attiva. Il laser è stato testato con successo, ma la sua applicazione pratica è una grande domanda. Il fatto è che la portata massima dello "scatto" YAL-1A è di soli 200 km (secondo altre fonti - 250). Boeing-747 semplicemente non può volare fino a una tale distanza, se il nemico ha almeno un sistema di difesa aerea minimo.

Va notato che le armi laser statunitensi sono create da diverse grandi aziende, ognuna delle quali ha già qualcosa da vantare.

Nel 2013, gli americani hanno testato il sistema laser HEL MD da 10 kW. Con il suo aiuto, è riuscito a abbattere diverse bombe di mortaio e un drone. Nel 2018, si prevede di testare l'installazione di HEL MD con una potenza di 50 kilowatt, e entro il 2020 dovrebbe apparire un'installazione da 100 kilowatt.

Un altro paese che sta attivamente sviluppando laser antimissile è Israele. I missili di tipo Qassam usati dai terroristi palestinesi sono un "mal di testa" perenne di questi israeliani. Abbattere Qassam con sistemi anti-missile è molto costoso, quindi il laser sembra un'ottima alternativa. Lo sviluppo di un sistema di difesa missilistico laser è iniziato alla fine degli anni '90, la società americana Northrop Grumman e gli specialisti israeliani hanno lavorato insieme. Tuttavia, questo sistema non è stato messo in servizio, Israele si è ritirato da questo programma. Gli americani hanno utilizzato l'esperienza accumulata per creare una difesa missilistica laser Skyguard più avanzata, i cui test sono iniziati nel 2008.

La base di entrambi i sistemi - Nautilus e Skyguard - era un laser THEL chimico da 1 mW. Gli americani chiamano Skyguard una svolta nel campo delle armi laser.

Il grande interesse per le armi laser mostra la US Navy. Secondo gli ammiragli americani, i laser possono essere usati come un elemento efficace della difesa missilistica della nave e dei sistemi di difesa aerea. Inoltre, il potere delle centrali elettriche delle navi da combattimento può rendere veramente letali i "raggi della morte". Tra gli ultimi sviluppi americani, si dovrebbe menzionare il sistema laser MLD, sviluppato da Northrop Grumman.

Nel 2011 è iniziato lo sviluppo di un nuovo sistema di difesa TLS che, oltre al laser, dovrebbe includere anche una pistola a fuoco rapido. Il progetto ha coinvolto la società Boeing e BAE Systems. Secondo gli sviluppatori, questo sistema dovrebbe colpire missili cruise, elicotteri, aeroplani e bersagli di superficie a distanze fino a 5 km.

Ora stanno sviluppando nuovi sistemi di armi laser in Europa (Germania, Regno Unito), in Cina e nella Federazione Russa.

Attualmente, la probabilità di creare un laser a lungo raggio per la distruzione di missili strategici (testate) o di aerei da combattimento a lunga distanza sembra minima. È un altro livello tattico.

Nel 2012, Lockheed Martin ha presentato al grande pubblico un sistema di difesa aerea ADAM piuttosto compatto, che esegue la distruzione dei bersagli usando un raggio laser. È in grado di distruggere bersagli (proiettili, missili, mine, UAV) a distanze fino a 5 km. Nel 2018, la leadership di questa società ha annunciato la creazione di una nuova generazione di laser tattici con una capacità di 60 kW o più.

La compagnia di armi tedesca Rheinmetall promette di entrare nel mercato con un nuovo laser ad alta energia tattile ad alta potenza (HEL) nel 2018. In precedenza è stato affermato che un veicolo a ruote, un carrello corazzato per il trasporto di persone corazzate e una pista blindata per il trasporto del personale M113 sono considerati la base di questo laser.

Nel 2018, gli Stati Uniti hanno annunciato la creazione del laser da combattimento tattico GBAD OTM, il cui compito principale è quello di proteggere dalla ricognizione nemica e dagli UAV di attacco. Attualmente questo complesso è in fase di test.

Nel 2014, la presentazione dell'Israel Iron Beam Combat Laser Complex si è tenuta alla fiera delle armi a Singapore. È progettato per colpire proiettili, razzi e mine su brevi distanze (fino a 2 km). Il complesso comprende due sistemi laser a stato solido, un radar e un telecomando.

Lo sviluppo di armi laser è condotto in Russia, ma la maggior parte delle informazioni su questi lavori è classificata. L'anno scorso, il vice ministro della Difesa russo Biryukov ha annunciato l'adozione di sistemi laser. Secondo lui, possono essere installati su veicoli terrestri, aerei da combattimento e navi. Tuttavia, quale tipo di arma il generale aveva in mente non è del tutto chiaro. È noto che i test del complesso laser aerodisperso, che verrà installato sull'aereo da trasporto Il-76, sono attualmente in corso. Erano impegnati in analoghi sviluppi nell'URSS, un sistema laser di questo tipo può essere utilizzato per disabilitare il "riempimento" elettronico di satelliti e aeroplani.

Con molta fiducia possiamo dire che nei prossimi anni verranno messe in servizio armi tattiche laser. Gli esperti ritengono che i laser inizieranno a entrare in massa nell'esercito all'inizio del prossimo decennio. La società Lockheed Martin ha già annunciato i suoi piani per installare pistole laser sul nuovo combattente F-35. La Marina degli Stati Uniti ha ripetutamente dichiarato la necessità di posizionare armi laser sulla portaerei Gerald R. Ford e sui cacciatorpediniere della classe Zumwalt.

Загрузка...

Categorie Popolari

Загрузка...