Swan Black Swan

L'8 dicembre i militanti dell'ISIL (banditi in Russia) hanno lanciato un attacco improvviso e rapido al Palmyra siriano. Gli islamisti hanno impiegato solo tre giorni per raggiungere i loro obiettivi. Circa sei mesi fa, con gli sforzi congiunti degli Asaditi e dell'esercito russo, questa città fu liberata dai terroristi islamici. Il terribile nemico dell'ISIS fu sconfitto e i propagandisti domestici di vari calibri non usarono materiale entusiasta su questo tema.

In questa occasione fu rilasciata la Medaglia "Per la liberazione di Palmyra" e l'apoteosi di questa congrega di informazioni fu un concerto di un'orchestra sinfonica diretta da Gergiev (ricevette anche una medaglia) proprio tra le antiche rovine della città. Anche l'infame amico di Vladimir Putin, il violoncellista e miliardario Sergey Roldugin, vi hanno preso parte.

Oggi, gli eventi in Siria stanno prendendo una svolta sempre più imprevedibile. Pochi giorni fa, sembrava che Putin potesse finalmente sentirsi un vincitore. Dopo lunghi mesi di assedio e feroci battaglie di strada, bombardamenti di tappeti e innumerevoli risorse spese, Aleppo è praticamente preso. I ribelli sono circondati, il territorio che controllano si restringe come il fango verde. West ha richiesto una tregua. E poi Palmyra.

Nel 2004, il matematico ed economista americano Nassim Taleb ha coniato il nuovo termine "cigno nero". Con questo si intende qualsiasi evento significativo casuale (o evento) che cambia drasticamente tutti i layout. L'aspetto del "cigno nero" non può essere previsto, non può essere preparato per questo, le sue conseguenze sono spesso distruttive. Un tale burlone nel mazzo degli eventi.

Si ha l'impressione che l'intera campagna siriana si stia trasformando sempre di più in un enorme "cigno nero".

Attualmente (la sera del 12 dicembre), l'igilovismo non solo ha preso Palmyra, cogliendone i trofei più ricchi, ma ha proseguito la sua avanzata verso l'est del paese in direzione di Holmes, una delle più grandi città della Siria, di grande importanza strategica. Una base aerea governativa è già stata catturata (riportata dai media arabi), e diversi aerei siriani sono stati distrutti sul terreno.

Gli islamisti dovrebbero dare il dovuto: questi ragazzi stanno combattendo bene, senza modelli, provocatoriamente e "con uno scintillio". Le truppe siriane stanno fuggendo, tutte le armi da combattimento, che Assad ha, è ora sotto Aleppo. Per evitare che i militanti si impadroniscano di un altro pezzo della Siria possono solo i loro piccoli numeri (fonti arabe dicono di circa mille persone).

Ovviamente, non solo l'esercito siriano è da incolpare per il disastro a Palmyra, e i consiglieri russi, che "dormono troppo" nella preparazione dei militanti per l'operazione, non sono meno responsabili di questa sconfitta.

ISIS riuscì a conquistare ricchi trofei a Palmyra: carri armati da meno di 30 pezzi, oltre a veicoli da combattimento di fanteria e mezzi corazzati per il trasporto di armi, cannoni d'artiglieria, sistemi anticarro, camion e montagne di munizioni.

Si scopre che solo un migliaio di persone può cambiare drasticamente l'intero quadro della campagna.

In effetti, Palmira non è di importanza strategica, ma il problema di Assad è che semplicemente non ha nulla per chiudere l'intero territorio del suo paese. Un tale "caftano dei Trishkin": se vuoi prendere Aleppo, preparati per problemi altrove. Inoltre, l'esercito siriano non vuole combattere (ad eccezione delle singole unità), ed è irrealistico vincere questa guerra a spese dei mercenari e degli Ichtamnets. È possibile che la Russia sia andata ad un aumento significativo nel raggruppamento di terra, ma semplicemente non sarà in grado di rifornirla.

Certo, puoi prendere Aleppo (è probabile che succeda presto), ma cosa darà ad Assad? Diverse centinaia di migliaia di bocche affamate che devono essere mantenute e una città distrutta da mesi di bombardamenti?

E dove è la garanzia che in pochi mesi Aleppo non ripeterà l'attuale destino di Palmyra. Dopo tutto, è molte volte più dell'ultimo e quante persone saranno necessarie per proteggere la città in futuro. E questa guerra difficilmente finirà con la cattura di Aleppo, questa non è Berlino nel 1945.

Il problema siriano non ha una soluzione militare. Per fermare la guerra civile e sconfiggere i suoi avversari, Assad ha bisogno di chiudere il confine, che, nella sua posizione attuale, sembra fantastico.

La Russia si sta impantanando in Siria. Molti già chiamano questo paese "secondo Afghanistan", ma, a mio parere, la situazione è più simile al Vietnam. E il modo in cui gli americani sono stati attratti da questa guerra. Neanche tutto era lì. In primo luogo, aiuti militari, armi, equipaggiamento, munizioni. Poi consiglieri militari che hanno addestrato i vietnamiti del sud. E solo allora l'aviazione americana cominciò a connettersi alle azioni. Quando questo non ha aiutato, unità regolari dell'esercito degli Stati Uniti sono state inviate nella giungla dell'Indocina. Come è finita - è ben noto.

È ovvio che la via d'uscita per la Siria, tormentata dalla guerra, potrebbe essere nella sua divisione in enclavi (nella forma di una federazione o confederazione): alawita, sunnita, curda. Ma più facile a dirsi che a farsi. Il principale problema del conflitto siriano è la partecipazione di un gran numero di giocatori (sia esterni che interni). È molto difficile per loro raggiungere un accordo, poiché i loro interessi sono talvolta opposti.

Un'altra domanda altrettanto importante: chi pagherà per il ripristino dei territori distrutti dalla guerra?

Palmyra, molto probabilmente, sarà restituito. Non è noto quando, ma sarà restituito necessariamente. La resa della città appare troppo umiliante (dopo Gergiev e la distribuzione delle medaglie) per lasciare tutto com'è. Sì, e LIH, a quanto pare, non ha provato a iniziare un'operazione seria nell'area di Palmyra. Troppe forze frivole erano attratte. Palmyra sarà rilasciato una seconda volta, ma è improbabile che cambi seriamente la situazione generale in Siria.

Guarda il video: Black Swan - Odile appears (Novembre 2019).

Загрузка...

Categorie Popolari

Загрузка...