Fucile mitragliatore Shpagin (PPSH-41): le principali caratteristiche tecniche

Tra i molti tipi di armi di piccolo calibro utilizzate durante la seconda guerra mondiale, il fucile mitragliatore Shpagin (PPSh-41) è il più famoso. Quest'arma può essere tranquillamente definita uno dei simboli della guerra, lo stesso del carro armato T-34 o "Katyusha". PPSh apparve proprio alla vigilia della Grande Guerra e divenne uno dei tipi più diffusi di armi leggere dell'Armata Rossa. Andò insieme al soldato sovietico per tutta la durata della guerra e finì a Berlino, e la sua semplicità e producibilità permisero nel minor tempo possibile di armare milioni di combattenti, che giocarono un ruolo cruciale durante la guerra.

Storia della creazione

I fucili mitragliatori (a volte li chiamiamo mitragliatrici) sono apparsi durante la prima guerra mondiale, insieme a carri armati, armi chimiche e mitragliatrici. E se la mitragliatrice era l'arma difensiva ideale del tempo, il fucile mitragliatore era stato progettato come un tipo di arma offensivo.

I primi disegni di un'arma a fuoco rapido sotto una cartuccia di pistola apparvero nel 1915. Secondo gli sviluppatori, quest'arma dovrebbe essere utile alle truppe in avanzata, a causa dell'elevata velocità di fuoco e della portabilità. Le mitragliatrici di quel tempo avevano dimensioni e peso impressionanti, e spostarle insieme alle truppe in avanzata non era facile.

Disegni di armi di un nuovo tipo di arma sono stati sviluppati in molti paesi: Italia, Germania, Stati Uniti e Russia, e il periodo tra le due guerre mondiali è diventato il periodo di massimo splendore di queste armi leggere.

C'erano due concetti di progettazione dell'automa. Secondo il primo, il fucile mitragliatore era un analogo ridotto e leggero di una mitragliatrice convenzionale. Era spesso equipaggiato con bipedi, una lunga canna intercambiabile, mirini, che permettevano di sparare a poche centinaia di metri. Un tipico esempio di tale uso è stata la mitragliatrice finlandese Suomi, che è stata effettivamente utilizzata dall'esercito finlandese nella guerra con l'URSS.

Un altro concetto era quello di equipaggiare unità ausiliarie con fucili mitragliatori, caccia di seconda linea, ufficiali, cioè, le mitragliatrici erano considerate un'arma ausiliaria, l'opzione di sostituire la pistola.

In Unione Sovietica, ha tenuto un secondo punto di vista. Lo sviluppo dei fucili mitragliatori è iniziato a metà degli anni '20. 7,63 × 25 Mauser, con una manica a forma di bottiglia, è stato scelto come protettore per il futuro automa. Nel 1929 fu annunciato un concorso per lo sviluppo di una nuova arma. I disegni iniziarono ad essere preparati dai migliori designer del paese, tra cui Vasily Alekseevich Degtyarev, il cui fucile mitragliatore fu adottato nel 1934.

Cominciò a essere prodotto in gruppi relativamente piccoli, dal momento che i capi militari sovietici dell'epoca consideravano i fucili d'assalto esclusivamente armi ausiliarie della polizia.

Questa opinione ha cominciato a cambiare dopo la fallita campagna finlandese, in cui le truppe finlandesi hanno usato con successo i fucili mitragliatori. Il terreno accidentato era perfetto per l'uso di armi automatiche. Il fucile mitragliatore finlandese "Suomi" ha fatto una grande impressione sui leader militari sovietici.

La leadership militare sovietica ha preso in considerazione l'esperienza della guerra finlandese e ha deciso di creare un moderno fucile mitragliatore sotto la già citata cartuccia Mauser. Lo sviluppo è stato affidato a diversi designer, tra cui Shpagin. I progettisti hanno dovuto creare un'arma non peggiore della mitragliatrice Degtyarev, ma allo stesso tempo è molto più tecnologica, più semplice e meno costosa di quella. Dopo i test di stato, la mitragliatrice Shpagin è stata riconosciuta come il più soddisfacente tra tutti i requisiti.

Fin dai primi giorni di guerra, si è scoperto che queste armi erano molto efficaci, specialmente in condizioni di combattimento ravvicinato. Una produzione su larga scala di PPSh-41 è stata dispiegata contemporaneamente in diverse fabbriche, e solo fino alla fine del 1941 sono state prodotte più di 90 mila unità, e durante gli anni di guerra hanno prodotto altri 6 milioni di automi di questo tipo.

La semplicità del design, l'abbondanza di parti stampate hanno reso PPSH-41 economico e facile da produrre. Quest'arma era molto efficace, aveva un'alta velocità di fuoco, una buona precisione e un'alta affidabilità.

Una cartuccia rotonda da 7,62 mm aveva un'alta velocità e un'eccellente capacità di penetrazione. Inoltre, il PPSh-41 era incredibilmente tenace: oltre 30.000 proiettili potevano essere sparati da esso.

Ma il fattore più importante in condizioni di guerra era la possibilità di assemblare queste armi. PPSH-41 consisteva in 87 parti, la produzione di un prodotto richiedeva solo 5,6 ore di lavoro. L'elaborazione esatta richiedeva solo la canna e parzialmente l'otturatore, tutti gli altri elementi erano realizzati usando la timbratura.

dispositivo

Fucile mitragliatore Shpagin creato a camera calibro 7,62 mm. Le armi automatiche funzionano secondo lo schema "scatto libero". Al momento dello sparo, il bullone si trova nella posizione estrema posteriore, quindi si muove in avanti, inviando la cartuccia nella camera, perforando il cappuccio.

Il meccanismo a percussione ti consente di sparare sia colpi singoli che raffiche. La miccia è sul cancello.

La scatola del ricevitore si fonde con la cassa della canna, che ha un design molto interessante. I caratteristici fori rettangolari sono fatti in esso, che servono a raffreddare il tronco, inoltre, il taglio obliquo frontale del rivestimento è coperto da un diaframma, che lo rende un compensatore del freno di museruola. Impedisce al barile di essere raccolto quando viene sparato e riduce il rinculo.

Nel ricevitore c'è un enorme bullone e molla di richiamo al combattimento.

In primo luogo, i mirini consistevano in una vista di settore, poi è stato sostituito con uno di lancio con due valori: 100 e 200 metri.

Un tempo considerevole PPSH-41 è stato completato con una drum shop con una capacità di 71 colpi. Era completamente analogo al negozio di macchine PDD-34. Tuttavia, questo negozio non è dimostrato al meglio. Era pesante, difficile da produrre, ma soprattutto - inaffidabile. Ogni drum-shop era azionato solo da una certa mitragliatrice, le cartucce erano spesso bloccate e se l'acqua entrava nel negozio, allora nel gelo si bloccava. Sì, e il suo equipaggiamento era piuttosto complicato, specialmente in condizioni di combattimento. Successivamente è stato deciso di sostituirlo con una rivista rozhkov con una capacità di 35 colpi.

La scatola della macchina era fatta di legno, la betulla più usata.

Una versione del fucile mitragliatore Shpagin è stata sviluppata anche per una cartuccia di calibro 9 mm (9x19 Parabellum). Per questo, in PPSH-41 è stato sufficiente sostituire la canna e il ricevitore del negozio.

Vantaggi e svantaggi di PPSH-41

Le controversie sui vantaggi e gli svantaggi di questa macchina continuano ai nostri tempi. Il PPSh-41 ha sia vantaggi innegabili che svantaggi, di cui i soldati di prima linea spesso parlavano. Proviamo ad elencarli entrambi.

vantaggi:

  • Semplicità di design, producibilità e basso costo di produzione
  • Affidabilità e semplicità
  • Incredibile efficienza: al suo ritmo di fuoco, il PPSh-41 ha sparato fino a 15-20 proiettili al secondo (questo è più simile a una scarica di fucile). Nelle condizioni di combattimento ravvicinato, il PPSh-41 era davvero un'arma mortale, e non era per niente che i soldati lo chiamavano "trincea"
  • Capacità di penetrazione elevata di un proiettile. Le potenti cartucce Mauser ancora oggi possono perforare l'armatura di classe B1
  • La più alta tra le armi di questa classe è la velocità di un proiettile e l'effettiva gamma di distruzione
  • Precisione e accuratezza abbastanza elevate (per questo tipo di arma). Ciò è stato ottenuto grazie al freno della volata e al peso significativo della macchina stessa.

svantaggi:

  • Alta probabilità di tiro spontaneo nella caduta di un'arma (malattia comune di un'arma con un cancello libero)
  • Debole potere di arresto
  • Velocità di fuoco troppo elevata, che porta a un rapido consumo di munizioni
  • Le difficoltà associate alla drum shop
  • Squilibrio frequente della cartuccia, che porta al sequestro dell'arma. La ragione di questo è stata la cartuccia con una manica "bottiglia". È a causa di questa forma che la cartuccia è spesso distorta, soprattutto nel negozio.

Miti legati alla PCA

Intorno a quest'arma si formò un'enorme varietà di miti. Cercheremo di dissipare i più comuni:

  • PPSh-41 era una copia completa della mitragliatrice finlandese Suomi. Questo non è vero. Esternamente, sono davvero simili, ma il design interno differisce abbastanza fortemente. Puoi aggiungere che molti fucili mitragliatori del tempo sono molto simili tra loro
  • Le truppe sovietiche avevano alcuni automi, e tutti i nazisti erano tutti armati di MP-38/40. Anche questo non è vero. L'arma principale delle truppe di Hitler era la carabina Mauser K98k. Il fucile mitragliatore sul bastone faceva affidamento sul plotone, poi iniziarono a distribuire i comandanti dei rami (cinque persone per plotone). I tedeschi erano massicciamente equipaggiati con paracadutisti, petroliere e unità ausiliarie.
  • PPS-41 è il miglior fucile mitragliatore della Seconda Guerra Mondiale. Anche questa affermazione non è vera. PPS-43 (il fucile mitragliatore di Sudayev) è stato riconosciuto come il miglior fucile di quella guerra.

Specifiche tecniche

cartuccia7,62 × 25 mm TT
Conservare la capacità71 (negozio di dischi) o 35 (negozio di rozhkovy) cartucce
Massa senza cartucce3,63 kg
lunghezza843 mm
Lunghezza della canna269 ​​mm
Tasso di fuoco900 colpi / min
Portata effettiva200 m

Guarda il video: Full Auto PPSh-41 (Settembre 2019).