Quanto è costato il giorno della vittoria, e com'è celebrata questa festa oggi?

Il giorno della vittoria nella seconda guerra mondiale è una delle festività più importanti e solenni nel vasto territorio del nostro paese. Il giorno della vittoria in Russia è tradizionalmente celebrato il 9 maggio e raccoglie centinaia di migliaia di persone orgogliose per le imprese dei loro nonni e bisnonni, che a costo della loro vita potrebbero rendere la nostra patria libera dal governo fascista tedesco.

La storia del giorno della vittoria

A partire dal 22 giugno 1941, la Grande Guerra Patriottica durò 4 anni. Nonostante le enormi perdite e devastazioni, il popolo sovietico riuscì comunque a vincere questa lunga e sanguinosa guerra. Il giorno della vittoria dell'esercito russo è un promemoria del lavoro che questa vittoria costa e rende omaggio agli eroi morti e viventi di questa terribile guerra. L'ultimo sforzo che portò alla vittoria finale fu fatto quando Berlino fu catturata.

La storia dice che l'offensiva decisiva delle truppe sovietiche iniziò nel gennaio del 1945, fu allora che l'esercito iniziò a muoversi attraverso il territorio della Polonia e della Prussia. Sebbene il leader fascista Hitler si sia suicidato già dal 20 aprile 1945, ciò non ha fermato la guerra, ma ha provocato una feroce resistenza da parte delle truppe del rimanente. Cedendo alla propaganda che i russi vennero per vendicare, i soldati tedeschi si difesero fino all'ultima goccia di sangue.

La resistenza più ostinata delle forze sovietiche e alleate si è incontrata quando ha preso Berlino. Questa battaglia fu una delle più sanguinose in tutti gli anni della guerra. La capitale tedesca capitolò solo dopo che le perdite da entrambe le parti ammontavano a diverse centinaia di migliaia. Il giorno della vittoria dei soldati russi è un omaggio e memoria dei soldati caduti in quella battaglia finale. Nel pomeriggio del 7 maggio 1945, la Germania fascista firmò una capitolazione.

Il prezzo pagato dal popolo sovietico per il Giorno della Vittoria

La storia dice che nella sola battaglia per Berlino, l'esercito sovietico ha perso più di 325 mila soldati e ufficiali. Secondo stime approssimative, per ognuno dei giorni che hanno avvicinato il nostro popolo al Giorno della Vittoria, è stato necessario pagare un prezzo elevato (circa 15.000 soldati uccisi al giorno). In totale, 2,5 milioni di soldati hanno preso parte all'operazione per conquistare Berlino.

Molte belle parole sono state dette sul Giorno della Vittoria, ma non tutti sanno che per ogni strada di Berlino le truppe naziste hanno combattuto fino all'ultimo. I passaggi stretti tra le case non ci hanno permesso di utilizzare tutti i vantaggi della tecnologia aeronautica e dei serbatoi, quindi le perdite di combattimento erano enormi.

In poche settimane di assalto a Berlino, le truppe sovietiche persero quasi 2000 carri armati, circa 2000 cannoni e circa 900 aerei. Molti partecipanti a questi eventi ricordano ancora quei giorni sanguinosi con trepidazione. Sebbene le perdite delle truppe sovietiche fossero enormi, i nazisti persero molto di più. Solo i prigionieri catturarono circa 500 mila e le divisioni nemiche furono divise in un totale di 92.

Perdite umane durante la seconda guerra mondiale tra la popolazione sovietica

Durante gli anni della guerra, l'URSS ha perso circa 26,6 milioni di abitanti. Questo numero includeva non solo i soldati, ma tutti gli abitanti, che in qualche modo morirono a causa dei lunghi anni di guerra. Soprattutto durante la seconda guerra mondiale, gli uomini morirono - circa 20 milioni. Anche le persone che hanno esportato o lasciato l'Unione Sovietica durante la guerra e non vi sono tornate dopo la sua fine sono incluse nel numero totale delle vittime.

Perché il giorno della vittoria si tiene il 9 maggio

Nonostante il fatto che la capitolazione della Germania sia stata firmata il 7 maggio, la storia racconta che Stalin non l'ha riconosciuto, dal momento che il generale Susloparov, che ha firmato questo documento, non aveva l'autorità del Cremlino. Su richiesta di Stalin, il feldmaresciallo Keitel ha creato un nuovo atto, firmato il 9 maggio alle 00:43. A causa della differenza di fuso orario con l'Europa, questa festa è celebrata l'8 maggio lì.

Per decreto del Consiglio Supremo firmato da Kalinin, tutte le attività per celebrare il Giorno della Vittoria erano previste per il 9 maggio. Questo giorno è stato dichiarato un giorno festivo e un giorno libero. La mattina alle 6 questo decreto è stato comunicato via radio al popolo sovietico. Immediatamente ha iniziato i preparativi per la celebrazione del Giorno della Vittoria. A tarda sera si tenne un grandioso saluto festoso: 30 raffiche da mille cannoni, che divenne il più ambizioso dell'intera storia dell'URSS

Sebbene il 9 maggio 1945 si svolse il Victory Day, la parata militare si tenne il 24 giugno. Durante la parata sulla Piazza Rossa, i reggimenti di combattimento di tutti i fronti guidati dai comandanti e dagli Eroi dell'Unione Sovietica passarono. In conclusione della parata, 200 bandiere della Germania nazista furono portate al Mausoleo e gettate.

L'anno seguente, la parata fu posticipata al 9 maggio, da quel giorno la Germania firmò una resa. Tuttavia, già nel 1947, il governo dell'URSS decise di cancellare la festa del 9 maggio, e le parate decisero di non tenere affatto. Questa decisione è stata dettata dal fatto che la gente è stanca della guerra e vuole dimenticare i difficili anni della guerra, e la parata militare confonde solo vecchie ferite.

12 anni dopo la morte di Stalin, quando il governo dell'URSS ha deciso di riprendere la festa del giorno della vittoria. Nel 1965 (9 maggio), il Giorno della Vittoria fu nuovamente riconosciuto come giorno festivo e giorno libero. Insieme alla festa, è stata ripristinata la tradizione di tenere parate militari annuali.

Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, il Giorno della Vittoria in Russia non è stato celebrato fino al 1995. Il 9 maggio 95, la festa fu di nuovo restaurata, e quest'anno ci furono ben due parate militari, un piede tradizionale, e il secondo con la partecipazione di veicoli corazzati.

Victory Day e il suo significato per la Russia

Per permetterci di celebrare il Giorno della Vittoria, i nostri nonni e bisnonni hanno dato la vita. In Russia, questa festa è celebrata su larga scala ed è una delle festività pubbliche più importanti. Nonostante i difficili anni '90, la gente ha sempre ricordato questa festa luminosa e gioiosa e l'ha celebrata ogni anno anche in una ristretta cerchia familiare. Ogni cittadino della Russia ha un antenato che, in armi, ha cominciato a difendere il suo paese dalla terribile minaccia che incombe su di esso ed è stato in grado di strappare la vittoria dalle tenaci grinfie del fascismo.

Coloro che durante la guerra per motivi di salute non potevano partecipare alle ostilità, lavoravano altruisticamente nel settore della difesa, fornendo il fronte con tutto il necessario. La maggior parte degli operai durante la guerra fu chiamata al fronte, quindi i loro posti furono presi da adolescenti e donne. In gran parte a causa dei loro sforzi eroici, la grande vittoria del popolo sovietico sugli occupanti tedeschi divenne possibile. Nonostante la fame e la distruzione, queste persone con tutte le loro forze si avvicinarono all'ora della vittoria, perdendo salute e talvolta vita.

Come sta ora celebrando il Giorno della Vittoria in Russia

Tradizionalmente, il giorno della vittoria, le celebrazioni sono organizzate:

  1. Vengono organizzati raduni e dimostrazioni tradizionali;
  2. Fiori e ghirlande sono posti alla base dei monumenti;
  3. Saluti festivi dei veterani della Grande Guerra Patriottica;

Nonostante il fatto che questa festa non sia distinta da un gran numero di allegri rumori e festività, il suo significato risiede nel fatto che le persone ricordano e rispettano i loro eroi caduti. Le nuove generazioni, dopo aver visto il cinegiornale degli anni della guerra, cominciano a capire quale grande missione i loro antenati siano stati in grado di eseguire, e le canzoni sincere in prima linea ci fanno pensare agli anni difficili della guerra.

Sebbene siano trascorsi più di 70 anni da quando i primi fuochi d'artificio per le vacanze hanno tuonato il 9 maggio, il Giorno della Vittoria è ancora una festa sacra per tutti i cittadini della CSI, perché tutte le persone sono salite per difendere la Patria dall'invasore e molte famiglie hanno perso uno o più membri.

L'attributo principale di Victory Day

Una delle tradizioni onorevoli dedicate al Giorno della Vittoria è la rimozione della bandiera rossa. Questa tradizione ebbe origine nel 1965, quando il Victory Day fu restituito allo stato di festa pubblica. Questo stendardo era esattamente la bandiera appesa sopra il Reichstag.

La storia di questo banner è piuttosto interessante. Nonostante la convinzione diffusa che questa bandiera sia stata pubblicata per la prima volta nella parata militare del 1945, non lo è. In connessione con le ferite del portabandiera e la preparazione insufficiente degli altri candidati per la rimozione dello stendardo, il maresciallo Zhukov fu costretto a cancellare la solenne rimozione dello stendardo.

Per la prima volta lo stendardo originale è stato tramandato alla sfilata del 1965, dopo di che è stato collocato in un museo, e il suo posto è stato preso da una copia integrale, che è stata effettuata negli anni successivi. Lo stendardo originale è ancora conservato nel museo delle forze armate.

Heroes - i vincitori della Grande Guerra Patriottica

Il tempo inesorabilmente conta anno dopo anno e ogni primavera del Victory Day arriva sempre meno veterani della seconda guerra mondiale. Ora non ci sono più del 2 per cento degli eroi che sono stati in grado di tornare in vita dalla guerra. Nonostante le ferite e le malattie di prima linea, i veterani sopravvissuti stanno ancora andando in vacanza. Si radunano insieme, ricordando in silenzio i loro compagni caduti e gli anni difficili della guerra.

Gli eroi della Grande Guerra Patriottica dovrebbero essere trattati con particolare riverenza, ricordando che è grazie ai loro sforzi che noi, i loro discendenti, possiamo godere della libertà.

I veterani visitano i monumenti dedicati alla vittoria nella Grande Guerra Patriottica e il ricordo degli eroi caduti, viaggiano in luoghi di gloria militare, visitano i loro luoghi memorabili. Va ricordato che passerà un bel po 'di tempo e che non ci saranno partecipanti vivi di quella terribile guerra.

I principali monumenti dedicati ai veterani di guerra

Nelle distese della Russia e della CSI c'è un gran numero di monumenti e monumenti che sono stati costruiti in settant'anni. Proviamo ad elencare i più famosi di loro:

  1. Poklonnaya montagna. Questo parco è un complesso memoriale, che ha immortalato il ricordo degli eroi caduti della Grande Guerra Patriottica. Lui è a Mosca. Il dolore di Poklonnaya è conosciuto fin dall'antichità, i viaggiatori si sono fermati, volevano vedere Mosca dall'alto e adorare le sue chiese. Da qui il nome "Poklonnaya Gora". Il parco delle vittorie su questa montagna fu abbandonato nel 1958, ma la costruzione fu completata e il complesso fu aperto solo nel 1995;
  2. Mamaev Kurgan. Sul tumulo di Volgograd, che era noto dall'invasione mongola, nel 1942-1943 si svolse una sanguinosa battaglia per Stalingrado. Oggi sul kurgan ci sono diverse fosse comuni e il monumento "The Motherland Calls!". Questo complesso afferma di essere incluso nella lista dell'UNESCO;
  3. A Novosibirsk, c'è un complesso memoriale chiamato "Piazza degli eroi". Si distingue per il fatto che è un parco con molti alberi e fiori. Un vasto complesso memoriale si trova in Piazza degli Eroi. Nel 1958, una fiamma eterna fu accesa sulla piazza, che brucia ancora oggi;
  4. The Alley of Heroes a San Pietroburgo fa parte del Moscow Victory Park. La sua particolarità è la composizione dei busti di due eroi dell'Unione Sovietica, che erano residenti di Leningrado. Al centro della composizione è un monumento al maresciallo dell'Unione Sovietica G. K. Zhukov, che è stato installato su richiesta dei veterani della Grande Guerra Patriottica nel 50 ° anniversario del Giorno della Vittoria;
  5. The Eternal Flame of Glory è un memoriale che si trova a Veliky Novgorod. Fu costruito sul sito di due fosse comuni, una delle quali risale al 1944. Vi sono sepolti 19 soldati morti del 59 ° esercito. Questo memoriale è degno di nota per il fatto che dal 1975 al 1986 una guardia di scolari stava vicino alla fiamma eterna. Il servizio veniva cambiato ogni 15 minuti e funzionava dalle 9:00 alle 18:00. Nel 1986, questa guardia fu abolita;
  6. La tomba del milite ignoto si trova a Mosca, vicino alle mura del Cremlino. Questo memoriale è una composizione in bronzo dell'elmo di un soldato e un ramo di alloro, che giacciono sullo stendardo. Al centro del memoriale c'è una nicchia con la scritta "Il tuo nome è sconosciuto, la tua impresa è immortale".

Oltre a questi monumenti e parchi, in tutto il paese ci sono migliaia di monumenti che ricordano agli eroi della Seconda Guerra Mondiale.

Il giorno della vittoria è una festa dedicata a tutti coloro che sono morti, hanno combattuto e lavorato nelle retrovie, che con i loro sforzi eroici hanno potuto avvicinare questo giorno luminoso.

Загрузка...

Categorie Popolari

Загрузка...