Mosin fucile - una revisione delle caratteristiche tecniche della "tre linee"

Il fucile di Mosin, noto anche come il famoso trilinek, era l'arma principale della rivoluzione del 1917, così come la Grande Guerra Patriottica. Era il fucile Mosin del tipo del 1891 che è giustamente considerato una delle armi russe più famose. Il "trilinek" zarista prese parte al russo-giapponese e poi alla prima guerra mondiale.

Il "trilinek" russo, creato alla fine del diciannovesimo secolo, rimase per molti decenni un'arma efficace e affidabile per il soldato. È diventata uno dei primi modelli nazionali adottati dall'esercito. Oggi i fucili Mosin possono essere visti spesso nei musei e nelle collezioni private. Non ci sono solo modifiche russe del fucile, ma anche fatte all'estero. Il design e le caratteristiche tecniche sono leggermente cambiati, ma il principio dell'arma è rimasto lo stesso.

Storia del fucile Mosin

Il fucile Mosin è stato sviluppato durante il decollo della tecnologia e della scienza, quando l'aspetto della polvere senza fumo ha permesso di raggiungere un calibro ridotto. E grazie allo sviluppo della tecnologia delle armi, è diventato possibile creare un rimpiazzo per un sistema a colpo singolo - un sistema alimentato a magazzino. Naturalmente anche la Russia ha partecipato allo sviluppo delle armi.

Di conseguenza, la scelta dell'esercito russo era rappresentata da due sistemi di fucili di tipo commerciale: il belga Leon Nagan e il capitano russo S.I. Mosin. I test hanno dimostrato che il fucile belga nel suo complesso era migliore del russo. Ma il top management ha tenuto conto che:

  • il fucile belga aveva il doppio di colpi di scena;
  • Il fucile russo era più economico e più facile da fabbricare.

I generali alla fine sono stati compromessi: il fucile Mosin è stato adottato dall'esercito russo nel 1891, ma su di esso è stata installata la rivista Nagan a 5 colpi. Insieme a un fucile, è stata adottata una nuova cartuccia a tre righe (7,62 mm). Il fucile ha ricevuto la designazione "trilineare", ei soldati hanno chiamato l'arma, come "trilinek". nome trehlineyka viene dal calibro della canna del fucile, che è uguale a tre linee (una misura obsoleta di lunghezza, pari a un decimo di pollice o 2,54 mm)

Il nome Mosin ricevette quest'arma nuovamente solo in epoca sovietica dopo la modernizzazione del 1930. Il fucile trilinear russo all'estero veniva sempre chiamato "Mosin-Nagan".

Inventore "trilineyki"

La storia della creazione del "trilinek" non è stata facile. Diversi designer hanno preso parte alla creazione del miglior fucile per riviste del mondo, ma il contributo più significativo è stato dato da Sergei Ivanovich Mosin. La storia era ingiusta per lui, e il suo fucile durante la sua vita non portava il nome dello sviluppatore, il che ha gravemente turbato il progettista.

Sergei Mosin è nato nel villaggio di Ramon, nella regione di Voronezh. Si è laureato presso la scuola militare e di artiglieria, l'Accademia di Artiglieria. Nel 1875, Mosin divenne il capo del laboratorio utensili della fabbrica di armi a Tula. Nel 1880, stava già sviluppando fucili a colpo singolo ed era un esperto nel commercio di armi. Nel 1894, Mosin divenne il capo della fabbrica di armi di Sestroretsk.

Cartucce di carbine Mosin

La cartuccia è stata creata dal designer russo Veltischev, per analogia con la cartuccia francese di un fucile Lebel, calibro 8x56 mm R. Utilizzato:

  1. proiettili di proiettili scuri;
  2. carica di polvere senza fumo;
  3. una manica con un labbro sporgente della bottiglia.

Il meccanismo del rivestimento con il cerchio, che è già diventato obsoleto, è stato adottato a causa del basso livello di sviluppo dell'industria russa - le tolleranze utilizzate in questo caso sono meno severe.

Adozione del fucile Mosin in servizio

Armi del campione del 1891 (calibro 7.62) lo era ricevuto in servizio in tre versioni (infatti, solo la lunghezza della canna le distingueva):

1. Fucile di fanteria - la più lunga baionetta e canna.

2. Fucile Dragoon (cavalleria) - la lunghezza della canna è più corta e il metodo di fissaggio della cintura è stato cambiato.

3. Fucile cosacco - non c'era una baionetta e una canna più corta.

La baionetta per il fucile è stata adottata da un po 'obsoleto da quel tempo campione - un ago a quattro lati, con un giunto tubolare montato sulla canna. La baionetta aveva una sezione trasversale quadrata con piccole valli sui lati: quando si smontava l'arma, la punta, affilata sull'aereo, poteva essere usata come un cacciavite.

Lo svantaggio principale del sistema, che fu fissato solo nel 1938, era che la baionetta avrebbe dovuto sempre essere indossata nella posizione di combattimento, attaccata al fucile, non era previsto lo smontaggio. Le "trilineas" sono state uccise (tranne il cosacco) con una baionetta laterale. Se lo smontaggio e la rimozione della baionetta sono stati eseguiti, il bilanciamento dell'arma è stato interrotto: i proiettili hanno oltrepassato il bersaglio. Inoltre, col passare del tempo, l'attaccamento delle baionette provocò un razbaltyvaniyu, la precisione di tiro peggiorò.

Le armi dei primi modelli differivano per l'assenza di rivestimenti di botte, così come per la canna, aperta dall'alto per l'intera lunghezza. Dal 1894 furono usate piastre superiori in legno che proteggevano le mani del tiratore dalle bruciature. Al momento dell'adozione delle armi da parte delle imprese russe, non potevano ancora iniziare a produrre nuovi fucili, quindi l'ordine iniziale fu posto in Francia, nella città di Chatellerault.

Solo nel 1893-94 il fucile entrò in produzione di massa nello stabilimento di Sestroretsk Arms vicino a San Pietroburgo, e poco dopo a Izhevsk e Tula. Durante la prima guerra mondiale, i fucili dovevano essere ordinati negli Stati Uniti per compensare le perdite in prima linea.

Specifiche Mosin fucile

Campione Mosin fucile 1891/1930 - Si tratta di un fucile da rivista con un bullone scorrevole quando si blocca con una rotazione.

specifiche tecniche:

  • Calibro - 7,62 mm
  • Peso totale senza cartucce con una baionetta - 4,5 kg
  • La lunghezza totale senza una baionetta è di 114 cm
  • La lunghezza totale con una baionetta è di 166 cm
  • Forma di affettare - rettangolare
  • Numero di scanalature - 4
  • Capacità del caricatore: 5 round
  • Il peso del supporto insieme alle cartucce - 122-132 g.

Le riprese possono essere effettuate con normali cartucce con proiettili pesanti e leggeri, nonché con proiettili incendiari, traccianti e perforanti.

dispositivo

Lo schema operativo Mosin per fucili si basa sulle seguenti soluzioni strutturali:

  1. Il bloccaggio della canna viene eseguito su due alette che ruotano longitudinalmente per il ricevitore. Le fermate si trovano nella parte anteriore dell'otturatore, si trovano nello stato bloccato situato sul piano orizzontale.
  2. L'armamento del percussore, così come la sua impostazione sul plotone di combattimento, viene eseguito all'apertura dell'otturatore.
  3. Il meccanismo di scatto è semplice nel design. La maniglia di ricarica si trova nel mezzo dell'otturatore.
  4. Invece del fusibile, viene utilizzata la testina del grilletto (batterista), situata dietro il bullone.
  5. Il bullone del ricevitore viene facilmente rimosso senza l'ausilio di uno strumento.
  6. Un negozio a forma di scatola, con una singola fila di cartucce, è integrale. A causa del fatto che il coperchio inferiore del negozio è pieghevole, la pulizia del negozio e lo scarico rapido sono semplificati. L'equipaggiamento del caricatore è di una cartuccia a un cancello aperto attraverso la finestra superiore del ricevitore o da fermagli per piastre per 5 giri.
  7. A causa delle caratteristiche speciali del negozio, c'è un particolare dettaglio nel design - un cut-off, che blocca le cartucce secondarie e inferiori nel negozio quando si alimenta la tomaia nella canna.
  8. Il meccanismo prevede la chiusura del cut-off, se l'otturatore è completamente chiuso, dà l'opportunità di salire alla successiva cartuccia sulla linea di alimentazione.

Il fucile di smontaggio a causa della sua producibilità non è difficile.

Mosin Sniper Rifle

Il fucile da cecchino fu adottato dall'esercito rosso nel 1931. Solo i migliori combattenti che hanno subito un addestramento speciale sono stati autorizzati a sparare da esso.

Il fucile da cecchino Mosin è perfetto per i colpi a punta su singoli bersagli distanti. La precisione di tiro con mirino ottico è stata garantita a una distanza di 100-1300 metri. Tuttavia, a causa del mirino ottico, era impossibile realizzare il disegno del fucile per caricare la clip: era necessario inserire una cartuccia ciascuno.

La recensione è stata accettabile, la vista ha dato un aumento di 3,5 volte. L'accuratezza è stata fornita con l'aiuto della canapa avvistatrice, così come il filo di avvistamento perpendicolare ad esso.

Gli aggiornamenti hanno sottoposto l'impugnatura dell'otturatore, che si è piegata verso il basso, in modo che quando si ricarica la leva del manubrio non si appoggi sull'oscilloscopio. Per questo motivo, il caricamento del fucile è avvenuto solo con le singole cartucce, poiché la clip non poteva più essere inserita negli slot. Inoltre, il fucile appariva montando per mirini ottici. La sensibilità del trigger è diminuita da 2,4 a 2 kg. Il fucile da cecchino non ha usato una baionetta. Il suo tronco era ristretto nella porzione di uscita del 2-3% (il cosiddetto "choke"). Il proiettile in un tronco del genere era meglio centrato e non decollò, ma "sputando" il proiettile.

Caratteristiche tecniche della carabina:

  • calibro 7,62 mm;
  • peso 4,27 kg;
  • velocità iniziale del proiettile di 865 m / s;
  • la lunghezza è 1230 mm;
  • caricatore capacità 5 turni;
  • raggio di osservazione di 1300-2000 m;
  • velocità di fuoco 10 colpi al minuto;
  • tipo di manuale di caricamento.

Caratteristiche della vista:

  • un aumento di 3,5 volte;
  • uscita pupilla diametro 6 mm;
  • campo visivo 4 ° 30 ';
  • la rimozione della pupilla d'uscita dalla superficie della lente dell'oculare è di 72 mm;
  • potere risolutivo 17 ";
  • lunghezza della vista 169 mm;
  • peso a vista 0,270 kg.

Vantaggi e svantaggi di un fucile

Per decenni, il fucile Mosin è stato elogiato dalla propaganda sovietica come l'arma migliore, superando il resto dei campioni di questa classe. Ma bisogna ammettere che non era perfetta sotto tutti gli aspetti.

I vantaggi di una carabina:

  1. economico e facile da produrre, mantenere;
  2. disponibile per soldati scarsamente istruiti e analfabeti;
  3. durevole e affidabile;
  4. aveva buone qualità balistiche per il suo tempo.

Svantaggi fucile:

  1. una baionetta dal design obsoleto, attaccata costantemente a un fucile;
  2. la maniglia orizzontale del bullone non era molto comoda quando si ricaricava e si trasportava un'arma;
  3. la maniglia del bullone è lontana dal collo della testata - ha contribuito ad abbattere la vista e ha rallentato la ricarica.

In generale, il fucile Mosin è un tipico esempio dell'idea di arma russa, quando l'ergonomia e la facilità di gestione sono state sacrificate per facilità di sviluppo e produzione, affidabilità e basso costo.

Video sul fucile Mosin

Fucile da cecchino Mosin

Guarda il video: tre linee (Luglio 2019).