Sottomarino nucleare (sottomarino nucleare) "Komsomolets"

In questo sottomarino tutto è stato fantastico. Cassa in titanio senza precedenti, sistemi d'arma unici e salita. E anche i fatti relativi alla morte di questa nave non hanno analoghi nella storia della flotta sottomarina. Un quarto di secolo dopo la morte della nave, la polemica sulle cause del suo disastro non si placa.

Il sottomarino K-278 "Komsomolets" ("Mike", secondo la classificazione NATO) fu posato nel 1978 nel cantiere di Severodvinsk, ma i lavori su una nave unica iniziarono dieci anni prima - nel 1966. Agli sviluppatori di TsKB-18 è stato assegnato il compito di creare un sottomarino da combattimento con un'incredibile profondità di immersione, e devo dire che hanno compiuto brillantemente questo compito. I lavori di progettazione furono completati nel 1974. Il K-278 è stato il primo (come è risultato l'ultimo) sottomarino di Project 685 Fin.

Fin dall'inizio della sua costruzione, il mistero ha circondato questo sottomarino. La stampa occidentale scrisse della velocità presumibilmente incredibile del nuovo sottomarino sovietico e delle sue armi segrete, o che i sovietici stavano costruendo un sottomarino di enormi proporzioni. Tutto questo non è vero.

A causa del costo della barca e per la durata della progettazione e della costruzione, i marinai hanno soprannominato affettuosamente il "pesce d'oro" K-278.

Descrizione di K-278

"Komsomolets" - un sottomarino nucleare, che appartiene alla terza generazione di sottomarini. La barca portava armi nucleari sul suo tabellone, ma non apparteneva ai sottomarini strategici, ai "killer della città". K-278 non era armato di missili intercontinentali con testate nucleari, il suo compito era di combattere con navi nemiche e sottomarini. Inoltre, il K-278 potrebbe colpire il nemico, rimanendo impunito.

Il sottomarino potrebbe affondare in profondità inimmaginabili, dove in precedenza nessuna nave da guerra poteva penetrare. La sua profondità di progettazione è di 1000 metri. Prima dell'avvento della K-278, solo pochi bagni scientifici, di piccole dimensioni e un costo enorme, cadevano a tale profondità.

Agli sviluppatori sovietici fu dato il compito di costruire una nave da guerra che potesse affondare fino a una profondità di 1000 metri, manovrare liberamente lì e colpire il nemico. Il fatto è che il K-278 era praticamente invulnerabile alle armi convenzionali: qualsiasi siluro o bomba a profondità avrebbe schiacciato la pressione molto prima che potesse raggiungere una profondità di un chilometro. Inoltre, è quasi impossibile trovare una barca a una tale profondità: sotto la profondità di quattrocento metri sotto l'azione di pressione e temperatura, l'acqua cambia le sue proprietà, ed è quasi impossibile "sentire" la barca. Non funziona a tali profondità e ecoscandaglio.

Tutto questo prometteva vantaggi senza precedenti di un sottomarino d'alto mare, ma anche i problemi affrontati dai suoi costruttori erano eccezionali. Lo scafo resistente doveva essere realizzato in titanio, il che aumentava incredibilmente il costo della nave e aggiungeva un sacco di capelli grigi ai costruttori navali. Il titanio interagisce molto male con altri metalli, la saldatura richiede condizioni speciali e si può affermare con certezza che nessuno ha mai fabbricato prodotti in titanio di queste dimensioni nel mondo. Molti altri problemi sono sorti prima che gli sviluppatori (ad esempio, come una barca salisse da tale profondità), ma tutti sono stati risolti con successo.

Sul territorio del cantiere navale, dove sono stati effettuati i lavori per la costruzione della barca, sono state attrezzate tre enormi camere a pressione, in cui sono stati testati nodi e interi compartimenti del futuro sottomarino.

La custodia K-278 è stata modellata per ridurre al minimo la resistenza all'acqua. Il corpo leggero è stato anche creato utilizzando leghe di titanio. L'alloggiamento durevole è stato diviso in sette scomparti. Gli sviluppatori hanno cercato di ridurre il numero di compartimenti in un caso robusto. A Komsomolets fu fornita una speciale telecamera pop-up, che l'equipaggio poteva usare in caso di disastro.

Vale anche la pena menzionare lo speciale sistema di risalita "Iridium", che ha fatto saltare i serbatoi di zavorra con l'aiuto di generatori di gas in polvere. Altrimenti, era impossibile risalire dalle profondità a cui il sottomarino poteva affondare.

Il Komsomolets era armato di siluri e missili da crociera Granit. Entrambi potrebbero essere equipaggiati con una testata nucleare. La barca aveva sei tubi lanciasiluri nasali, calibro 533 mm. La barca potrebbe sparare anche alla massima profondità dell'immersione.

La centrale elettrica K-278 era rappresentata dal reattore OK-650B-3, con una capacità di 190 MW.

Riassumendo la descrizione della barca, si può dire che i suoi creatori hanno dovuto affrontare un compito non meno difficile dei progettisti di veicoli spaziali, e in alcuni aspetti, forse, è stato ancora più difficile per loro. Ma i costruttori navali sovietici adempirono la loro missione con onore, e il K-278 divenne l'orgoglio della USSR Navy. Questa nave doveva diventare una sorta di modello di prova, l'esperienza acquisita durante la sua creazione, progettata per l'uso durante la costruzione delle seguenti navi di questo tipo. Ma ahimè. Questo non doveva essere. "Komsomolets", la prima nave di questa serie è stata uccisa, e quindi non esisteva un paese che sapesse come costruire tali navi.

Caratteristiche tecniche K-278 "Komsomolets"

La tabella seguente mostra le caratteristiche tecniche del sottomarino K-278.

Spostamento, t

superficie7800
subacqueo9700

Dimensioni, m

la lunghezza110
larghezza12

Centrale elettrica

centrale elettricareattore ad acqua OK-650B-3
potenza del reattore190 MW
numero di generatori di vapore4
EI aggiuntivogeneratore diesel, batteria

Velocità di viaggio

affiorato11 nodi
subacqueo31 nodi

Profondità di immersione, m

disegno1000
massimo1250

armi

siluri6 TA nasali, calibro 533 mm; 22 siluri
missili10 lanciarazzi
autonomia180 giorni
equipaggio60 persone

La storia del sottomarino K-278 "Komsomolets"

  • 1976. K-278 iscritto nella lista della Marina dell'URSS.
  • 1979 anni. Compilato dagli equipaggi principali e di riserva della barca.
  • 1983. Lancio. Nello stesso anno, la barca superò con successo le prove in mare e fu messa in servizio.
  • 1985. Sono stati condotti test in mare aperto della nave. La barca ha raggiunto una profondità di 1027 metri. Sono stati effettuati tiri di addestramento con siluri a una profondità di 800 metri.
  • 1987 anno La fase operativa di prova è stata completata.
  • 1989. La nave ha ricevuto il titolo onorifico "Komsomolets".
  • 7 aprile 1989. Durante il ritorno alla base, a una profondità di 380 metri, scoppiò un incendio in uno dei compartimenti della barca. La barca emerse con urgenza. Dopo il segnale, gli aerei di soccorso sono stati inviati alla barca di emergenza. A causa dell'incendio, lo scafo resistente della barca ha perso la sua tenuta e al 17.08 la barca affondò prontamente. Il risultato del disastro furono 42 marinai morti.

Cause della morte del sottomarino

L'incendio è iniziato nel settimo compartimento. Le ragioni per le sue dispute sull'occorrenza non si attenuano finora. La versione principale del fuoco è una forte caduta di tensione nella rete elettrica della nave, a causa di un malfunzionamento del sistema di protezione del generatore di turbina, che ha causato incendi in pannelli e pannelli di controllo in tutta la nave. Immediatamente dopo l'inizio dell'incendio, il sistema antincendio (LOH) è stato acceso, ma non è stato in grado di far fronte all'incendio. La protezione automatica spense i generatori di vapore e la barca si fermò.

Dopo di ciò, fu dato un comando per soffiare la zavorra principale, ma nel settimo compartimento la tubazione di alta pressione fu danneggiata e l'aria ad alta pressione cominciò a fluire nello scompartimento di combustione, trasformandolo in un forno a focolaio aperto. Un fuoco voluminoso iniziato con una temperatura molto elevata. Anche il vicino, il sesto compartimento, cominciò a bruciare, altri ancora furono pesantemente affumicati. Alcune schede elettriche in diversi comparti hanno preso fuoco. La barca più volte ha cercato di contattare la sede centrale, ma non è stato possibile immediatamente.

I prodotti della combustione sono entrati nel sistema di alimentazione dell'aria per il respiratore del tubo, che ha causato l'avvelenamento dei marinai. L'acqua cominciò a fluire nello scafo solido del settimo compartimento, e in seguito la nave era già condannata. La barca cominciò a "cadere" a poppa e affondò in pochi minuti. La gente finiva in acqua ghiacciata, trattenendo piccole zattere. La nave galleggiante sovietica "Alexey Khlobystov" raccolse 30 persone, tre delle quali morirono sulla via del porto. Il comandante del K-278 - Yevgeny Vanin era anche nella lista dei morti.

Video sul sottomarino Komsomolets

In Russia, il giorno dell'incidente del K-278 viene celebrato come "Il giorno del ricordo dei morti sommergibilisti".

Guarda il video: AL COMANDO, DEL SOTTOMARINO NUCLEARE (Novembre 2019).

Загрузка...

Categorie Popolari

Загрузка...